Le migliori mountain bike

Cerchi consigli per mountain bike ?

Sei fortunato.

Qual è la differenza e quale si adatta meglio alle tue esigenze?

Cosa c’è di più importante?

 

Ibis Ripmo GX 2018

L’Ibis Ripmo è un fantastico killer di faretra per il pilota aggressivo. Questa bici vanta impressionanti capacità di arrampicata e una maneggevolezza sorprendentemente affilata, data la sua geometria allentata. Questa bici può arrampicarsi con la folla a metà corsa fornendo allo stesso tempo prestazioni aggressive in discesa. Ripmo può davvero fare tutto e lo fa bene. Nonostante abbia una corsa della ruota posteriore di 145 mm, l’estremità posteriore di questa bici è molto atletica. Vista l’angolazione del tubo sterzo, questa bici ha un passo più lungo. Questo interasse crea un’eccellente stabilità in velocità ma sminuisce leggermente la sua giocosità in discesa.

Ripmo è una scelta eccellente per il ciclista che desidera una bici in grado di uccidere assolutamente le discese e mantenere comunque una sensazione energica e vivace sulle salite e sui terreni ondulati. Scopri la nuova Ripley per una bici con geometria simile ma con una corsa inferiore e una maneggevolezza ancora più agevole.

POC Tectal Race

Lo Yeti SB130 è un cacciatore di tracce a metà corsa che è un fantastico guidatore quotidiano. Questo 29mm da 130 mm ha molto senso per un’enorme percentuale di ciclisti in un numero considerevole di regioni. Che tu frequenti frequenti rotte, percorsi fluviali o grandi missioni di montagna per tutto il giorno, lo Yeti ti copre. Questa bicicletta ti mette in una posizione di arrampicata eccellente e offre un’efficienza di prim’ordine. La trazione da arrampicata è eccellente e la ruota posteriore segue molto bene su salite tecniche e accidentate. Le sue prestazioni in discesa sono impressionanti e la maneggevolezza è forte. Con angoli aggressivi e un frontale medio, l’SB130 distrugge quasi tutte le discese tranne che per i veri percorsi enduro-grade. Sì, questa bicicletta è costosa. Detto questo, se stai cercando il meglio del meglio, potrebbe valere la pena considerare.

Compralo se vuoi una bici da trail bilanciata che si arrampica in modo molto efficace e diventa radicale lungo la montagna. L’SB130 si sente a casa nella stragrande maggioranza dei singletrack. È una bici fai-da-te perfetta.

Santa Cruz Chameleon

C’è un motivo per cui Santa Cruz ha chiamato questa bici Chameleon. Come suggerisce il nome, Chameleon è progettato per soddisfare una vasta gamma di esigenze.

Con la geometria del telaio che trova un felice punto di mezzo tra il comfort aggressivo e verticale (presenta un movimento centrale basso e un angolo del tubo sterzo rilassato), il Chameleon può affrontare un singletrack tecnico o essere caricato con borse per un fine settimana di bikepacking.

Il camaleonte è unico in quanto presenta forcellini intercambiabili. Cosa significa?

Ciò significa che puoi sostituire le ruote da 27,5 “di serie della moto con enormi pneumatici Maxxis Rekon da 2,8” per 29er e persino cambiare la trasmissione a una sola velocità. Non che tu voglia farlo ora che Chameleon ha adottato il nuovissimo gruppo SRAM SX Eagle di SRAM, che offre ben 12 marce.

Trek Pro Caliber 6

Il telaio Pro Calibre 6 incorpora la tecnologia brevettata IsoSpeed ​​di Trek, che utilizza un disaccoppiatore sul tubo superiore / giunto del tubo sella per l’assorbimento degli urti nella parte posteriore della bici.

Con la sua verniciatura nero su nero e il tubo obliquo inclinato, questa bici ha un bell’aspetto.

Sarai anche colpito dai componenti. Come per molte bici a questo prezzo, Trek incorpora la trasmissione NX Eagle 1 × 12 di SRAM nel Calibro 6 insieme ai freni idraulici Shimano ad alte prestazioni e alla loro sella per mountain bike Bontrager proprietaria.

Il Calibro presenta anche una comoda funzione di blocco remoto per la forcella anteriore, che consente di bloccare la forcella dal manubrio durante la salita. I pedali non sono forniti, dandoti la flessibilità di decidere quale dei migliori pedali per mountain bike usare.

Vittoria Corsa G2

Santa Cruz ha recentemente sostituito sia i modelli Hightower che Hightower LT con il nuovo Hightower 2020. Il modello aggiornato ha una corsa della ruota posteriore di 140 mm accoppiata a una forcella da 150 mm ed è stato ridisegnato più lungo e più lento, un design delle sospensioni VPP a montaggio basso e un flip-chip che consente al ciclista di regolare leggermente la geometria in modo che corrisponda i loro percorsi o stile di guida. Questi aggiornamenti hanno reso il nuovo Hightower un frantoio in discesa assoluto. Questa bici è incredibilmente stabile alla velocità e ispira la sicurezza di caricare duramente tratti ripidi e chiassosi del percorso. La piattaforma di sospensione VPP offre una piattaforma di pedale molto utile e un ottimo supporto per la corsa profonda. Considerando le aggressive capacità di discesa di questa bici, si arrampica abbastanza bene grazie alla piattaforma pedale calma, all’angolo ripido del tubo del sedile e alla cabina di guida spaziosa e comoda. La nuova Hightower sembra un po ‘meno una pura bici da trail rispetto alle versioni precedenti, un compromesso per le sue prestazioni in discesa più aggressive.

Questa bici è una scelta eccellente per il ciclista aggressivo che privilegia le prestazioni in discesa. Questo 29er a metà corsa è un arrampicatore solido e ha una sensazione da mini enduro che ti aiuterà a domare i percorsi più rumorosi.

Smith Forefront 2

Il Trek X-Calibre 8 fa un ottimo lavoro nell’offrire ciò che la maggior parte dei ciclisti desidera a questo prezzo, una bici abbastanza aggressiva per essere in grado di correre ma anche abbastanza rilassata per le passeggiate casuali in città.

La geometria dell’X-Calibre 8 presenta ripidi angoli del tubo sella e del tubo sterzo accoppiati a un passo più lungo, rendendolo sufficientemente reattivo per l’uso in gara ma anche abbastanza stabile per discese ad alta velocità.

Nonostante queste qualità, l’X-Calibre 8 evita la tendenza verso trasmissioni 1x e si attacca invece con una doppia corona 36 / 22T accoppiata con un set di ingranaggi posteriori a 10 velocità che è 11-36T.

L’X-Calibre 8 invece mette i suoi soldi nel deragliatore posteriore, che è il modello Shimano Deore di livello superiore. Altri punti salienti includono freni a disco idraulici, sella Bontrager MTB e pneumatici Bontrager XR2 da 2,2 “.

Trek Marlin 5

Con Trek puoi aspettarti la qualità, ed è quello che ottieni con il Marlin.

La bici Marlin è in circolazione da un po ‘di tempo. Una volta fiorì sotto il marchio Gary Fisher, che fu acquisito da Trek nel 1993.

Trek ha alcuni componenti aggiuntivi con il Marlin che in genere si trovano solo su biciclette di fascia alta, compresi i cavi dei freni che vengono instradati internamente attraverso il telaio e la sua sella per mountain bike Bontrager proprietaria.

Perché dovresti preoccuparti?

I cavi instradati internamente non rimangono impigliati negli ostacoli, tirando i freni fuori allineamento. I componenti sono tutti gruppi Shimano Tourney con una cassetta posteriore a 7 velocità che offre una gamma di 14-28T. La pedivella anteriore è dotata di corone triple con una gamma 42/34 / 24T. I freni sono a disco meccanico Tektro.

BICI SCOTT 29 SCALE 970

Lo stato al 100% è quasi imbattibile per downhill e BMX, combinando tutte le ultime lezioni apprese sulla ventilazione integrale e sul risparmio di peso.

Provenienti da un’azienda con radici nel motocross, i produttori di questo casco sicuramente sanno qualcosa o due sulla protezione. Con una copertura integrale e prese d’aria a maglie del peso di 948 g, è sorprendente quanto sia traspirante questo casco.

Incorporando il sistema di raffreddamento attivo al 100%, il sistema di ventilazione ben progettato consente il flusso d’aria dalla parte anteriore a quella posteriore e anche il flusso d’aria verticale quando è fermo. È anche un’opzione conveniente per i ciclisti che stanno cercando di guadagnare un po ‘di velocità e cogliere l’occasione per alcuni dossi con alcune corse più difficili.

Specialized Chisel Expert

Pensi che tutte le mountain bike in alluminio siano uguali? Specialista vuole che tu ripensi.

La società afferma che la sua tecnologia in alluminio M5, che elimina la necessità di strati di alluminio più spessi in cui cilindri e tubi si incontrano, mette i suoi telai proprio con carbonio quando si tratta di rigidità e risparmio di peso.

Con un peso totale inferiore a 12 kg, è difficile discutere con loro. L’esperto di scalpello presenta il telaio SmartWeld di Specialized, che secondo l’azienda è più rigido e resistente dell’alluminio convenzionale. Inoltre, Specialized utilizza la sua geometria cross country in questo telaio con un angolo del tubo sterzo frontale di 69,8˚ e un tubo superiore più lungo per una maggiore stabilità su terreni in discesa.

Il telaio non è tutto da amare di questa bici. La sua trasmissione è una SRAM 1 × 12 che arriva fino a 50 T, mentre i freni sono a disco idraulico SRAM Level TL con una sella per mountain bike Phenom specializzata che offre molto comfort.

La migliore mountain bike elettrica

Specialized Turbo Levo Comp

Turbo Levo Comp è una bici elettrica dotata di quadrante che offre maneggevolezza, grande durata della batteria e uno stile elegante. Per l’anno modello del 2020, Specialized ha aumentato la capacità della batteria fino a 700 Wh e ha dato a questa bici una costruzione più impressionante rispetto alla versione precedente che abbiamo testato. Vanta ancora tutti gli aggiornamenti dell’anno modello del 2019, tra cui un nuovo design del telaio, una moderna geometria del trail e un display LED aggiornato per le impostazioni di carica e uscita. Specialized è stata la sensazione più agile e “regolare” tra la nostra selezione di bici elettriche con una versatilità e solide prestazioni a 360 ° che la concorrenza non può eguagliare. La batteria e il motore sono integrati in modo pulito nel telaio e mantengono un baricentro basso per prestazioni in discesa sicure e stabili, con grande maneggevolezza a una gamma di velocità sia su che giù per la montagna. La capacità della batteria potenziata offre anche un’eccezionale distanza e Levo è ora in una categoria a sé stante.

Il Turbo Levo Comp è la nostra mountain bike elettrica Editor’s Choice per il terzo anno consecutivo. Questa bici ha costantemente impressionato i nostri tester con la sua versatilità e prestazioni a tutto tondo, e ora è ancora meglio con una batteria più grande e una specifica di qualità dei componenti.

Come acquistare una mountain bike

L’acquisto di una mountain bike è uno sforzo costoso e può essere decisamente spaventoso. Schiaffeggiare la carta di credito per un grande acquisto richiede ricerche serie. Tutta questa ricerca può portare alla luce un sacco di gergo e termini. Termini come mid-travel, short-travel ed enduro vengono sempre usati. OutdoorGearLab è qui per dare un senso a tutto.

Spiegheremo i diversi tipi di mountain bike e per cosa sono progettati. Una volta stabilita una categoria di bici, dovrai considerare le dimensioni di ruote e pneumatici. 29 pollici, 27,5 pollici, più dimensioni, hanno tutti i punti di forza e di debolezza. Le motocicliste devono decidere se hanno bisogno di una bici da donna o se possono modificare una bici unisex per adattarle meglio. Ti guideremo attraverso tutte queste decisioni.

Dove vuoi andare?
È essenziale essere realistici sul tipo di terreno che si desidera percorrere. Determinare quale tipo di percorsi hai nella tua città è importante. Inoltre, può valere la pena considerare se viaggerai spesso verso bike park o trail centre spesso.

Bici da fondo
Le biciclette da fondo rappresentano una categoria di nicchia. Se stai leggendo questo, è probabile che la maggior parte di queste bici probabilmente non fa per te. Le persone interessate a una vera bici da fondo probabilmente pensano alle corse e apprezzano il peso e l’efficienza oltre al divertimento, al comfort e alla praticità. Le bici XC sono divertenti su una gamma più limitata di piste. Le bici da cross rigide e brutalmente efficienti sono hardtail, il che significa che non hanno sospensioni posteriori o hanno circa 100 mm di sospensioni posteriori. Geometria più robusta, attacco manubrio basso e prestazioni costanti e imperdonabili sono le caratteristiche di queste bici.

I ciclisti che gravitano su piste molto lisce potrebbero godere della totale efficienza di queste bici. Se vuoi un giro giocoso o vivere dove i sentieri hanno radici e rocce, queste probabilmente non sono la scelta migliore a meno che tu non abbia intenzione di correre sul circuito XC. Una trail bike per viaggi brevi è quasi altrettanto efficiente e offre una guida molto più divertente e capace.

Trail Hardtails
Le mountain bike Hardtail sono un’ottima opzione se preferisci uscire e guidare piuttosto che attaccare regolarmente terreni ripidi o accidentati. Semplici, a bassa manutenzione e veloci: queste bici senza fronzoli non hanno sospensioni posteriori ma presentano una geometria più aggressiva per le bici da trail. Di conseguenza, sono pedaller molto efficienti e sono perfettamente in grado di ottenere un po ‘di rad. I ciclisti meno esperti acquisiranno preziose abilità su queste bici meno indulgenti, che beneficiano di eccellenti scelte di linea e forma corretta. Le bici da trail Hardtail sono relativamente versatili ma richiedono una certa cautela nelle discese poiché tendono ad essere piuttosto dure. I ciclisti che preferiscono attaccare terreni più ripidi e accidentati con qualsiasi regolarità dovrebbero guardare in una bici a sospensione completa.

Poiché le hardtail richiedono meno tecnologia, di solito sono meno costose delle bici a sospensione completa. Un prezzo più basso rende gli hardtail un’opzione eccellente per i ciclisti appassionati con un budget limitato. Se pensi che queste siano le bici per te, dai un’occhiata alla nostra selezione di recensioni di mountain bike hardtail.

Bici da trail per brevi spostamenti
Le bici da viaggio corte sono eccellenti se apprezzi la varietà, l’arrampicata efficiente e non sei incline all’inferno per le discese. Le bici da trail per viaggi brevi hanno una corsa della ruota posteriore di circa 110-130 mm. Sono pratici per coloro che cercano la sicurezza e il comfort della sospensione completa senza sacrificare l’efficienza. I ciclisti a cui piace percorrere miglia serie si sentiranno a proprio agio a bordo di questi destrieri con le gambe corte. Le biciclette in questa categoria sarebbero un’opzione eccellente per coloro che guidano terreni più pianeggianti o vivono in zone montuose ma non vogliono spingere l’inviluppo per diventare aggressivi nelle discese. I ciclisti che cercano un’esperienza di arrampicata / discesa più completa potrebbero essere interessati a tirare un po ‘più di peso con una bici a metà corsa. Se questo sembra l’equilibrio delle abilità ciclistiche che stavi cercando, dai un’occhiata alle opzioni da 110 a 130 mm nella nostra recensione di bici da corsa costantemente aggiornata. I numeri di viaggio vengono visualizzati nella riga Sospensione e viaggio della tabella dei risultati e delle valutazioni dei test.

Bici da pista a metà corsa
Le bici da viaggio intermedio sono un punto debole MTB perfetto per chi distrugge le discese ma valorizza ancora le capacità di arrampicata. Queste bici sono molto versatili e offrono prestazioni elevate in tutte le aree. Equilibrano magnificamente le capacità di arrampicata e le capacità di discesa e si sentono a proprio agio nella stragrande maggioranza dei percorsi. Le bici da viaggio intermedio sono altrettanto comode durante il viaggio occasionale al parco bici come fanno un giro in pista di 30 miglia. Questa gamma di sospensioni, 130-150 mm, funziona per gran parte dei ciclisti. Se vivi in ​​una regione prevalentemente piatta o liscia, queste bici potrebbero rivelarsi eccessive. Se il momento clou di ciascuna delle tue uscite sta volando lungo il super-gnar, dovresti guardare in un impianto enduro / lungo viaggio. Se sei interessato a questa categoria dalle mille sfaccettature e divertente, vai alla nostra sempre in evoluzione Trail Bike Review per leggere fantastici conducenti giornalieri nella gamma da 130 a 150 mm. Trova i numeri di viaggio nella parte inferiore della tabella dei risultati e dei risultati dei test.

Bici da enduro
Enduro è una parola d’ordine spesso troppo utilizzata e le bici da enduro adorano bombardare le discese tecniche e arrampicarsi quanto basta per arrivare in cima. Le bici a lungo viaggio o enduro sono fantastiche per coloro a cui non importa portare in giro qualche bici in più in nome di diventare turbolenti. Con una corsa da 150 a 170 mm, pedalano abbastanza bene, ma l’efficienza è ben lontana dal loro tratto distintivo. Queste bici non sono le migliori per le lunghe distanze e non stabiliranno record di arrampicata. Le bici da enduro si concentrano su alte velocità e discese accidentate. Chi è alla ricerca di linee da freeride o di giri nel parco sarà più che a suo agio a bordo di queste slitte.

E adesso?
Una volta che sai quale tipo di mountain bike si adatta meglio al tuo stile di guida e al terreno, alcune decisioni sui componenti ti aiuteranno a restringere notevolmente il campo.

Dimensioni della ruota
Non molto tempo fa, le ruote per mountain bike erano tutte di 26 pollici di diametro. Ora, le versioni da 27,5 pollici e 29 pollici sono molto più comuni sulla pista. Le dimensioni della ruota da 26 pollici sono quasi dimenticate. Il vantaggio delle ruote più grandi è che, al confronto, riducono le caratteristiche del trail. Di conseguenza, puoi superare gli ostacoli sul percorso in modo più efficiente e con meno sforzo. Le ruote più grandi sono anche più veloci e portano velocità e slancio bene su terreni accidentati. L’argomento per le ruote più piccole è che sono più facili da manovrare e quindi più divertenti. Per alcuni brevi anni, molti piloti hanno pensato che le ruote da 27,5 pollici fossero il punto debole tra i vantaggi di ribaltamento di 29er e l’agilità delle bici da 26 pollici. La moderna geometria del telaio ha drasticamente migliorato le prestazioni dei 29er e stanno consentendo una maneggevolezza più precisa e giocosa che mai. Uno potrebbe voler considerare le dimensioni del proprio corpo nella decisione relativa alle dimensioni delle ruote, poiché le ruote più piccole potrebbero sentirsi più a proprio agio per i ciclisti più piccoli e le ruote più grandi potrebbero funzionare meglio per i ciclisti più grandi su telai più grandi. Molti telai ora offrono alcune opzioni di dimensioni di ruote e pneumatici. È ancora utile pensare a quale vuoi impegnarti. Non conosciamo nessuno che passi regolarmente tra le sale montate.

Dimensione degli pneumatici e larghezza del cerchione
Le larghezze normali dei pneumatici si sono lentamente allargate nel tempo. In passato i pneumatici da 2,35 pollici erano considerati relativamente standard, ma al momento tendono a funzionare nella gamma da 2,4-2,5 pollici sulla maggior parte delle bici da trail, o addirittura versioni da 2,6 pollici su cerchi più larghi. Gli pneumatici più larghi hanno un volume d’aria maggiore e una zona di contatto più ampia che offre tonnellate di trazione e un giro leggermente più morbido, sebbene possano fornire più resistenza quando si sale. Quindi, ci sono i tuoi pneumatici più grandi o di medio grasso. Questi vanno da 2,8 pollici a 3 pollici. Ci piacciono le versioni da 2,8 pollici in quanto offrono trazione e spesso offrono manopole in curva definite per scavare in curva. I pneumatici da tre pollici offrono molta presa ma spesso una sensazione di curva più vaga a causa di manopole più piccole e più uniformi. Per divertirti con le gomme, dai un’occhiata alla nostra recensione di pneumatici MTB.

I pneumatici sono facili da sostituire e sono tra i modi più convenienti per migliorare le prestazioni della tua bici. I cerchioni sono una soluzione molto più costosa e che richiede tempo. Qualcosa di meno di un cerchio da 25 mm è ora considerato stretto per un trail aggressivo o una bici da enduro. Ti consigliamo di provare a trovare qualcosa nell’intervallo da 26 mm a 30 mm. Per le bici meno aggressive è meno critico, ma la trazione è trazione. Ci piace su tutte le nostre biciclette. È una buona idea chiedere ai produttori o ai rivenditori quale gamma di pneumatici è possibile utilizzare sui loro cerchioni.

Scegliere una build completa per bici
Telaio. Alluminio vs. carbonio è il tuo primo grande punto di decisione. La scelta di un telaio in alluminio comporta generalmente un notevole risparmio sui costi. In genere è leggermente più pesante, si flette più facilmente ed è leggermente più debole del carbonio. Se stai solo cercando di uscire in sella, l’alluminio è fantastico. La fibra di carbonio è più costosa, più leggera e più rigida dell’alluminio come materiale del telaio. Considera la fibra di carbonio se investire nella tua bici è una priorità e prevedi di averla per un lungo periodo. La fibra di carbonio invecchia meglio dell’alluminio.
Forcella e ammortizzatore posteriore. I componenti delle sospensioni sono disponibili in una vasta gamma di prezzi. Le differenze tra la componentistica delle sospensioni di fascia bassa e quella di fascia alta sono significative, anche se potrebbe non essere evidente ai ciclisti che hanno appena iniziato. Una forcella di fascia più alta e un ammortizzatore posteriore saranno più regolabili in base al peso, allo stile di guida e alle preferenze personali.

rivetrain. È importante notare se la trasmissione ha una (1x) o due (2x) corone. Due corone richiedono un deragliatore anteriore, il che significa che hai i cambi su entrambi i lati del manubrio. Ci piace 1x meglio. È più semplice, più facile da spostare, lascia più spazio al controllo del reggisella del contagocce ed è meno da distruggere. La maggior parte delle mountain bike moderne sono dotate di trasmissioni 1x che in genere hanno 11 o 12 marce totali.
Sale montate. La migliore qualità è migliore, ma presta attenzione alla larghezza del cerchio, che può alterare drasticamente l’efficacia delle tue gomme. I cerchi si stanno allargando insieme alle gomme, rendendo la trazione abbondante e le biciclette più confortevoli. Come i telai delle biciclette, i cerchi sono in alluminio o fibra di carbonio e questi ultimi sono in genere molto più costosi.
Reggisella. Consigliamo vivamente un reggisella con contagocce. Ecco una recensione di alcuni dei migliori. Se non sei già un convertito, cambierà il tuo gioco più di ogni altro turno. A volte vale la pena passare a una build completa di qualità superiore per ottenerne una, a volte ha più senso prenderne una separatamente.

Conclusione
Questa guida dovrebbe aiutarti a rendere un po ‘più semplice la tua decisione in mountain bike. Assicurati di riflettere su tutto il processo. La cosa più importante nel decidere quale mountain bike comprare è essere realistici riguardo alle tue abilità, obiettivi e dove guidi. L’elenco delle biciclette sopra menzionato è il migliore del meglio. State tranquilli, OutdoorGearLab continuerà ad acquistare, guidare e revisionare le migliori biciclette del settore per mantenere aggiornato questo elenco.

Ti piace questo articolo ?

Share on facebook
Share on Facebook
Share on twitter
Condividi su Twitter
Share on linkedin
Condividi su Linkdin
Share on pinterest
Condividi Pinterest

Aggiungi un commento